Brandendo una mannaia minaccia la madre adottiva. Arrestato 30enne tossicodipendente

Piacenza. Dovrà rispondere dell’accusa di maltrattamenti in famiglia un 30enne piacentino, pregiudicato e tossicodipendente, fermato dai carabinieri in seguito ad una chiamata da parte della sua madre adottiva, una 68enne. La donna, nel cuore della notte dello scorso sabato, avrebbe richiesto l’intervento dei militari a causa di una violenta lite, ed avrebbe così deciso di denunciare le angherie subite da parte del giovane: il 30enne, secondo quanto dichiarato dalla donna, avrebbe tormentato la madre adottiva ed il suo figlio naturale per ottenere, ogni due o tre giorni, denaro.

La donna avrebbe raccontato di esere stata più volte minacciata ed aggredita, e che il 30enne avrebbe in alcuni casi distrutto mobilio e suppellettili nel corso delle sue vessazioni; in particolare, circa una settimana prima, il giovane avrebbe danneggiato mobili e serramenti dell’abitazione brandendo una mannaia. Il 30enne è stato condotto dai militari in caserma per le formalità di rito, e quindi arrestato.

Potrebbe interessarti

Franca Bongiorni, l’isola che non c’è allo spazio BTF

Lo spazio BFT è lieto di annunciare l’inaugurazione della mostra “L’Isola che non c’è” dell’artista …