Omicidio di Sariano. Adriano Casella condannato a 24 anni di carcere

Per la sorella Isabella un anno e sei mesi. Il processo nella mattinata di lunedì

Piacenza. La condanna in primo grado è di ventiquattro anni di carcere per Adriano Casella, accusato dell’omicidio del padre Francesco, di 78 anni, scomparso dalla propria abitazione a Sariano di Gropparello, e quindi trovato senza vita nel corso del luglio 2013, nascosto tra i boschi della zona di Morfasso. Per lui non sarebbero state riconosciute le attenuanti generiche. La condanna per Isabella Casella, sorella di Adriano, è stata invece di un anno e sei mesi con pena sospesa, per occultamento di cadavere, mentre è stata assolta per l’ipotesi di false dichiarazioni a pubblico ufficiale, per aver denunciato la scomparsa del padre quando già sarebbe stata a conoscenza della sua morte.
Ha puntato sull’infermità mentale e sulla mancanza di prove la difesa di Adriano Casella, che secondo le analisi dello psichiatra sarebbe da sempre facilmente suggestionabile, e incapace di programmare o reagire allo stress: facilmente, dunque, manipolabile dalla prostituta albanese Suada Zylyfi, alla quale avrebbe consegnato oltre centomila euro. La sentenza è stata pronunciata nel corso della mattinata di lunedì 1 dicembre.

Potrebbe interessarti

Piacenza Summer Cult: un Festival da non perdere

Dal 13 giugno al 19 luglio 2024, il cuore storico di Piacenza si trasformerà in …