Negli Usa si apre la lotta al virus Zika con le “zanzare killer”

Zanzare ‘killer’ impiegate per contrastare la diffusione di zanzare tigre portatrici di malattie come febbre gialla, dengue, e il temuto virus Zika: è questa l’arma alla quale negli Stati Uniti sarebbe recentemente stato dato il via libera dall’agenzia per la protezione dell’ambiente (Epa). Queste zanzare, detti “Maschi Zap”, non pungono, e non sono modificate geneticamente, ma sono infettate con un batterio che impedisce alle uova di schiudersi in seguito all’accoppiamento: potrebbero essere liberate in 20 stati e a Washington DC.

L’annuncio ufficiale da parte di Epa non è ancora giunto, ma la notizia è stata diffusa dalla rivista Nature, che avrebbe riportato che sarà la società MosquitoMate del Kentucky a fornire le cosiddette “zanzare killer”. La loro diffusione potrebbe partire da piccole aree, in quanto è molto difficile selezionare i maschi per questo genere di complesso sistema. Nel Brasile, invece, la scelta è ricaduta su zanzare geneticamente modificate, che trasferirebbero nella prole un gene che ne provoca la morte.

Potrebbe interessarti

Venerdì Piacentini 2024

Venerdì Piacentini: successo record. I commenti entusiasti dei commercianti

Il festival Venerdì Piacentini 2024 ha riscritto la storia degli eventi all’aperto in Emilia, diventando …