Volley: continua la trasferta francese della Rebecchi Piacenza

Le impressioni delle protagoniste

Nella giornata di ieri a Cannes la Rebecchi Cariparma Piacenza e la RC Cannes hanno svolto un allenamento congiunto al mattino, seguito da una amichevole al pomeriggio che ha visto prevalere le francesi con il punteggio di 3-1 ma che è stata combattutissima come dimostrano i parziali di 25-22, 29-27, 19-25 e 28-26, per un totale di 100 punti a favore delle rivergaresi e 101 per il Cannes.
La Rebecchi Cariparma Piacenza ha inizialmente schierato Seguí in palleggio, Nicolini e Busso al centro, Tripiedi libero, Ginanneschi e Przybysz in banda e Koleva opposto.

La cronaca dell’incontro vede le rivergaresi partire in testa nel primo set per arrivare al riposo sul punteggio di 5-8 a loro favore. Immediata la reazione delle padrone di casa che con un break di 5-0 sorpassano (10-8), poi c’è sfida serrata fino al secondo time out tecnico (16-15). Ancora testa a testa fino al 22 pari, poi la RC Cannes trova l’allungo vincente per chiudere 25-22.
Nel secondo parziale sono ancora le ragazze della Rebecchi Cariparma Piacenza a giungere al primo break in testa (6-8), e a continuare ad allungare fino al 6-11. Fang chiama le sue a rapporto, ma le rivergaresi continuano a tenere la testa (8-13), e anche se subiscono una parziale rimonta si trovano ancora al comando al secondo tempo tecnico (14-16). Il finale è molto combattuto e si va oltre quota 25: sono ancora le francesi a chiudere il set sul 29-27.
Avvio equilibrato nel terzo set: 7-8 e 15-16 il vantaggio minimo delle piacentine nei due time out tecnici, poi Seguí e compagne inseriscono il turbo e vanno a conquistare il set col punteggio di 19-25.
Nel quarto set Leo Barbieri concede riposo a Koleva che viene sostituita da Nnamani fin dall’inizio. Dopo un leggero vantaggio rivergarese di tre punti, mantenuto fino al primo break, Cannes rimonta e le due squadre iniziano a lottare punto su punto fino alla vittoria delle francesi per 28-26 che così si aggiudicano l’incontro dopo quasi due ore di gioco.

Oggi la top scorer piacentina è stata Daniela Ginanneschi con 18 punti (4 muri), seguita da Busso (12 punti e 4 muri con il 55% di positività in attacco), Nicolini e Przybysz (11 punti ciascuna, 4 muri per Nicolini e 2 per Ola), Koleva (10 punti e 3 muri), Nnamani (8 punti e 2 muri) e Seguí (2 punti e 1 muro).

A fine partita abbiamo raccolto un po’ di impressioni dalle protagoniste.
Ola Przybysz: “Ieri abbiamo faticato per il pallone Mikasa, che si comporta differentemente dal Molten che usiamo in Italia, ma alla fine è andata abbastanza bene. Nella partita di oggi invece abbiamo giocato con i nostri palloni ed è andata meglio, soprattutto a muro dove abbiamo realizzato 20 punti, e siamo riuscite a conquistare un set. Tutti i set comunque sono stati tirati e alla fine decisi solo da episodi”. Ola, come stai fisicamente? “Bene per la spalla, e sono contenta perché sono in ripresa rispetto alle ultime uscite anche se non ho ancora il giusto ritmo partita. Nel corso di questi due incontri amichevoli a Cannes sono migliorata nell’affiatamento con le compagne e nell’intesa con la palleggiatrice”.
A Monica Tripiedi abbiamo chiesto un giudizio su difesa e ricezione: “Oggi abbiamo dimostrato miglioramenti in ricezione e nell’intesa fra le compagne di reparto, anche perché abbiamo definito meglio le competenze. In difesa dobbiamo ancora migliorare, così come nella correlazione muro-difesa, anche se miglioramenti in questo aspetto si sono visti nel corso dell’ultimo set. Nel momento in cui eseguiremo meglio queste fasi di gioco riusciremo a fare un decisivo salto di qualità”.
A Sabrina Seguí abbiamo chiesto se le 7 ore di viaggio di ieri hanno pesato: “Durante la partita di ieri abbiamo pagato la stanchezza della trasferta e la differenza fra i palloni che usano qui e i nostri. Abbiamo comunque fatto una buona partita, anche per l’intesa con Ogonna Nnanami e per l’affiatamento tra tutta la squadra e lei. La partita di oggi è stata di livello e intensità buona: alcune situazioni si possono ancora migliorare ma siamo sulla giusta strada”.
Unica fra le rivergaresi a non giocare Stefania D’Agostino: “Essendo infortunata non ho giocato, ma ho usufruito delle strutture che la RC Cannes ci ha messo a disposizione, così ho potuto continuare il mio programma di recupero sia in piscina che in palestra. L’organizzazione qui è di alto livello sia per le infrastrutture sia per l’ospitalità: ci hanno messo a disposizione un accompagnatore e non abbiamo avuto alcun problema. Si vede che è una società tra le prime in Europa!”

Potrebbe interessarti

Piacenza Summer Cult: un Festival da non perdere

Dal 13 giugno al 19 luglio 2024, il cuore storico di Piacenza si trasformerà in …