Venerdi Piacentini. L’edizione 2013 inizierà il 21 giugno e durerà fino al 19 luglio

#VenerdiPiacentini | Si parte dallo storico record di 200.000 visitatori dello scorso anno

PIACENZA – Dal 21 giugno al 19 luglio, per 5 venerdì, si svolgerà nel centro storico di Piacenza la nuova edizione dei Venerdì Piacentini, il principale festival popolare della città emiliana. Dopo il grande successo delle due edizioni precedenti, che hanno riportato in vita una kermesse che sembrava avesse esaurito il suo fascino, la direzione artistica è stata nuovamente affidata a Blacklemon, l’agenzia di comunicazione piacentina che ha rivoluzionato il format puntando a catturare l’interesse dei turisti dalle città confinanti. Lo scorso anno il bilancio della manifestazione è stato molto positivo. Nelle 5 serate sono stati registrati oltre 200.000 visitatori (la serata record ha visto più di 45.000 persone affollare le strade e le piazze all’interno delle mura farnesiane).
Sono molte le novità annunciate per l’edizione 2013. Nell’area della manifestazione sarà inserita piazzetta Plebiscito, il cui look è stato recentemente rinnovato, e gli organizzatori stanno lavorando con gli operatori di zona per estendere il festival anche a via Colombo e via Genova.

In questi giorni lo staff sta utilizzando la pagina ufficiale su Facebook per reclutare gli artisti che si esibiranno. Band musicali, cantanti solisti, corpi di ballo, artisti di strada, attori, pittori, fotografi, fumettisti, scultori, DJ… c’è davvero spazio per ogni forma d’arte e di spettacolo nei Venerdì Piacentini, che anche quest’anno conterranno l’evento “Shopping Nights” che prevede l’apertura serale, fino a mezzanotte, di tutti i migliori negozi del centro storico di Piacenza.

Con l’hashtag #VenerdiPiacentini potrete seguire tutta la fase organizzativa sui principali Social Network.

Potrebbe interessarti

Hanami in Italia - Ciliegi in Fiore Piacenza Villanova

Hanami in Italia. Festa dei Ciliegi in Fiore a Villanova sull’Arda

Nella quiete delle terre piacentine, dove Giuseppe Verdi trovò rifugio e ispirazione, ogni primavera si …