La Lettonia entra nell’Euro. Barroso: ”Europa ancora attraente”

L’eurozona si allarga. Oggi sono 18 i Paesi ad adottare la moneta unica

La Lettonia ha festeggiato un capodanno speciale. Il paese baltico che fu parte dell’Unionr Sovietica dal 1 gennaio é il 18esimo stato a rinunciare alla propria moneta in favore dell’Euro. L’evento é stato salutato con grande emozione da Josè Manuel Barroso che ha dichiarato: “Accolgo con favore l’ingresso della Lettonia come 18esimo membro della zona euro. Questo è un evento importante, non solo per la Lettonia, ma per la zona euro stessa, che rimane stabile, attraente e aperta a nuovi membri”, aveva detto in precedenza il presidente della Commissione europea, inviando un messaggio di incoraggiamento ad altri Paesi che stanno affrontando un difficile piano per l’economia.
La storia della Lettonia è molto interessante. Su Wikipedia si può leggere cosa è accaduto nella storia recente del Paese.
Il 4 maggio 1990 venne emanata una Dichiarazione di indipendenza transitoria, che divenne definitiva il 21 agosto 1991, data in cui il paese riconquistò la propria indipendenza dall’Unione Sovietica, al momento del suo crollo. La Russia riconobbe la Lettonia il 6 settembre 1991.
L’adesione all’Unione Europea[modifica | modifica sorgente] Il 20 settembre 2003 il 66,9% dei lettoni in un referendum approvò l’adesione all’Unione Europea. La Lettonia ha aderito all’Unione Europea nel 1º maggio 2004.
L’adesione alla NATO[modifica | modifica sorgente] Il 29 marzo 2004 è entrata a far parte anche della NATO.

Potrebbe interessarti

Hanami in Italia - Ciliegi in Fiore Piacenza Villanova

Hanami in Italia. Festa dei Ciliegi in Fiore a Villanova sull’Arda

Nella quiete delle terre piacentine, dove Giuseppe Verdi trovò rifugio e ispirazione, ogni primavera si …