Proteste in stazione. Domani corteo Usb per la morte dell’operaio Gls

Piacenza. Continuano le proteste in seguito alla morte dell’operaio egiziano 53enne Abd Elsalam Ahmed Eldanf, rimasto travolto da un Tir di fronte alla ditta Gls di Montale, in cui era impiegato, e davanti alla quale stava manifestando insieme ad altri lavoratori. Nel corso della serata di giovedì 15 settembre un gruppo di facchini si sono riuniti a manifestare per circa un paio d’ore alla stazione ferroviaria cittadina, sostando anche sui binari. La protesta è scattata intorno alle 20:30, ed il blocco dei binari è proseguito fino a circa le 22:30, quando i manifestanti si sono spostati in un corteo lungo via Roma.

È previsto un nuovo corteo nel pomeriggio di domani, sabato 17 settembre, che partirà dal parcheggio di fronte alla stazione ferroviaria intorno alle 14:00; è previsto l’arrivo di 1000-1500 persone, ed il corteo attraverserà la città seguendo un tragitto prestabilito. Da piazzale Marconi, i manifestanti si sposteranno lungo via dei Mille, e quindi in via Tibini, via Roma, via Consiglio, via Giordano Bruno, via Roma, via Cavour, piazza Cavalli, largo Battisti, via Garibaldi, via Vigoleno, piazzetta Tempio, via Croce, via Garibaldi, largo Battisti, via Romagnosi, via Legnano, per poi concludere il percorso in via Alberoni.

In un comunicato dell’Amministrazione comunale che annuncia la manifestazione sindacale i residenti della zona sono invitati a non lasciare auto in sosta nelle vie indicate, e ad optare, quando possibile, per percorsi alternativi negli spostamenti con mezzi privati. Iren informa inoltre che, per non intralciare il deflusso del corteo, saranno rimossi i contenitori per la raccolta dei rifiuti nell’area interessata dall’evento a partire dalle 06:00 di domani mattina; i contenitori saranno riposizionati appena possibile una volta terminata la manifestazione.

Potrebbe interessarti

Venerdì Piacentini 2024

Venerdì Piacentini: successo record. I commenti entusiasti dei commercianti

Il festival Venerdì Piacentini 2024 ha riscritto la storia degli eventi all’aperto in Emilia, diventando …