Lo spazio-tempo “come una schiuma”. Arrivano i dati dell’analisi statistica preliminare

La trama dello spazio-tempo potrebbe avere struttura granulare, proprio come una “schiuma”: lo confermerebbe l’analisi statistica preliminare dei dati ottenuti dall’osservatorio per neutrini “IceCube”, in Antartide, e dal telescopio spaziale Fermi della Nasa, pubblicati sulla rivista Nature Astronomy dal gruppo di Giovanni Amilino Camelia (università Sapienza di Roma) dopo studi durati decenni per verificare l’ipotesi del modello “schiuma”. Agli studi partecipa anche l’Italia, con l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

I modelli descrivono lo spazio-tempo come dotato di struttura geometrica granulare, invisibile a causa della distanza e delle dimensioni delle particelle microscopiche che lo compongono; un’ipotesi estremamente difficile da dimostrare sperimentalmente a causa delle dimensioni ridottissime degli effetti del fenomeno, ma sulla quale sarebbe possibile nei prossimi anni fare chiarezza. “Con l’accumulo di dati che si avrà nei prossimi 4 o 5 anni”, dichiara Amelino Camelia, “potremo sapere con certezza se lo specifico modello di schiuma spaziotemporale che abbiamo considerato è confermato”.

Potrebbe interessarti

Venerdì Piacentini

Nelle librerie online l’undicesimo libro fotografico sui Venerdì Piacentini

Nelle librerie online fa il suo debutto l’undicesimo volume dedicato ai Venerdì Piacentini, il festival …