Piacenza Jazz Fest 2013. Il festival dal 14 aprile al 18 maggio

La kermesse si aprirà con il concerto Javier Girotto e gli Aires Tango

Piacenza, 5 marzo 2013 – Javier Girotto e gli Aires Tango; Mauro Ottolini e il suo ensemble Sousaphonix; Gonzalo Rubalcaba; Didier Lockwood con Antonio Faraò, Riccardo Fioravanti e Tullio de Piscopo; Wallace Roney con Rick Margitza, Joey De Francesco, Larry Coryell, Victor Bailey e Omar Hakim; Uri Caine con Franco Ambrosetti e Furio Di Castri; Gary Burton con Julian Lage, Scott Colley e Antonio Sanchez. Sono queste le star in cartellone per la decima edizione della manifestazione “Piacenza Jazz Fest”, ideata e organizzata dall’Associazione Culturale “Piacenza Jazz Club”, che animerà la primavera piacentina da domenica 14 aprile a sabato 18 maggio 2013.
Il festival propone un ricco carnet di eventi musicali e culturali e numerosi incontri formativi e di approfondimento, confermandosi un evento internazionale, multidisciplinare e itinerante, con numerosi appuntamenti in programma in diverse location di Piacenza e al teatro “Verdi” di Fiorenzuola D’Arda (PC).

La prestigiosa kermesse, che si fregia del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è diretta artisticamente da Gianni Azzali, presidente del “Piacenza Jazz Club” e si avvale del determinante sostegno della “Fondazione di Piacenza e Vigevano”, con il supporto della Regione Emilia-Romagna, del Comune e della Provincia di Piacenza e con il contributo di alcune importanti realtà istituzionali e imprenditoriali del territorio.

Il tradizionale appuntamento piacentino con il Jazz d’autore, dedicato quest’anno a Dizzy Gillespie e a Frank Zappa, a vent’anni dalla loro scomparsa, taglia il traguardo del suo primo decennale e racconta la storia di un successo cresciuto per gradi: tutto ha avuto inizio nel marzo del 2003, con la nascita dell’Associazione culturale “Piacenza Jazz Club”, presieduta da Gianni Azzali e istituita con l’obiettivo di promuovere e diffondere la cultura jazzistica in ambito locale e nazionale. Dalla passione di Azzali per il Jazz, condivisa con alcuni amici, musicisti e cultori del genere, nel 2004 è nata la prima edizione del “Piacenza Jazz Fest”, che nel corso degli anni ha contribuito a diffondere e radicare sul territorio il patrimonio musicale e culturale legato alla musica afroamericana, attraverso eventi che sono di forte richiamo sia per gli appassionati del genere, sia per gli estimatori della buona musica in generale. La kermesse è entrata a far parte a pieno titolo della cultura della città, della provincia e dell’intera regione, fino ad affermarsi come uno degli eventi più prestigiosi del circuito jazzistico italiano, catalizzando l’attenzione dei media nazionali e ottenendo il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, oltre al riconoscimento della Presidenza della Repubblica, che nel 2011 ha insignito il “Piacenza Jazz Fest” della Medaglia di Rappresentanza.
Gli organizzatori hanno sempre tenuto alto il livello artistico della manifestazione, nonostante le crescenti difficoltà della congiuntura economica. Questa decima edizione, in particolare, testimonia la volontà di dare un segnale forte: «Si tratta di un progetto importante e ambizioso – dichiara il direttore artistico Gianni Azzali – e rappresenta per noi un traguardo estremamente significativo, soprattutto in considerazione della crisi e della precarietà che stanno investendo il nostro Paese anche nell’ambito della cultura, che risente pesantemente del taglio delle risorse pubbliche e private &&&».

Il programma

Anteprima Piacenza Jazz Fest 2013

Il festival si presenta pubblicamente alla città con un concerto di Anteprima a ingresso libero: GeGé Telesforo “Nu Joy”, in programma a Piacenza martedì 5 marzo, alle ore 21.15, presso l’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano. L’evento è offerto alla cittadinanza dalla “Fondazione di Piacenza e Vigevano”, che sostiene e promuove la kermesse fin dalla sua prima edizione e dagli organizzatori del “Piacenza Jazz Fest”.

Prefestival – Aspettando il Jazz Fest

Sabato 6 aprile la manifestazione vera e propria sarà anticipata, come da tradizione, dall’iniziativa pubblica “Gazebo suonante”, che si svolgerà a Piacenza in Piazza Cavalli, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, con l’animazione musicale della marching band fiorentina “Sound Street Band”.
Sempre nel pomeriggio, alle ore 17.00, in via Cavour, 7 è in programma l’inaugurazione della mostra “Improvvisazioni” – Sei illustratori e sei fotografi per il Jazz Fest, in collaborazione con “Unione Commercianti”.
In serata, alle ore 21.15, presso la Basilica di Sant’Antonino, è in programma il concerto dello Spirit Gospel Choir diretto da Andrea Zermani e Anna Chiara Farneti, a ingresso libero.

Domenica 7 aprile il concerto del Note Noire Quartet inaugura la rassegna “Il Jazz al Centro – Aperitivo Swing” presso il Centro Commerciale “Gotico” di Piacenza, a ingresso libero.

Venerdì 12 aprile il concerto dell’Inside Jazz Quartet inaugura la rassegna collaterale “Jazz Club!” al circolo culturale “Milestone” di Piacenza, a ingresso libero con tessera Piacenza Jazz Club o Anspi.

Sabato 13 aprile al “Milestone” Piacenza è in programma la Jam Session d’inizio Fest, a ingresso libero con tessera Piacenza Jazz Club o Anspi.

Main concerts

Il cartellone principale offre un totale di sette concerti di alto spessore artistico ed è stato definito alternando jazzmen di notorietà internazionale e star del circuito jazzistico nazionale, per esplorare i tanti differenti territori della musica jazz. Il palco del festival sarà allestito in diverse location: a Piacenza, presso lo spazio “Le Rotative”, P.zza Cavalli, il Conservatorio “G. Nicolini” e il teatro “President” e a Fiorenzuola d’Arda (PC), presso il teatro “Verdi”.

Il “Piacenza Jazz Fest 2013” si aprirà ufficialmente domenica 14 aprile con il concerto Javier Girotto & Aires Tango, in programma alle ore 18.30 presso lo spazio “Le Rotative” di Piacenza, location storica di tutti i concerti inaugurali del festival. Tutti gli altri concerti in cartellone avranno inizio alle ore 21.15.

Domenica 21 aprile il festival si trasferirà all’aperto, nel cuore del centro storico cittadino, con il concerto Mauro Ottolini Sousaphonix “Bix Factor” in Piazza Cavalli, a ingresso libero. Mercoledì 24 aprile la kermesse raggiungerà uno dei suoi picchi più alti con il concerto in piano solo di Gonzalo Rubalcaba al Conservatorio “G. Nicolini”, organizzato in coproduzione con “Jazz Network” e inserito nel cartellone della rassegna jazzistica itinerante “Crossroads”. Domenica 28 aprile il teatro “President” ospiterà Didier Lockwood Quartet featuring Antonio Faraò & Tullio de Piscopo.
Sempre al teatro “President”, mercoledì 1° maggio sarà di scena “Miles Smiles”: un esemble di prim’ordine, guidato da Wallace Roney, tromba solista e pupillo dello stesso Miles Davis, renderà omaggio a uno dei più influenti rappresentanti del Jazz del ventesimo secolo. Domenica 5 maggio, presso il Conservatorio “G. Nicolini”, il graditissimo ritorno di Uri Caine e Franco Ambrosetti, già ospiti del festival nel 2009 e quest’anno in trio con Furio Di Castri. Infine, una chiusura epica per il cartellone principale del festival, con l’imperdibile concerto-evento del New Gary Burton Quartet featuring Julian Lage, Scott Colley e Antonio Sanchez, in programma sabato 11 maggio al teatro “Verdi” di Fiorenzuola D’Arda (PC) e organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Comune di Fiorenzuola.

“Piacenza Jazz Fest” saluterà il suo pubblico sabato 18 maggio con il tradizionale “Galà di premiazione e fine festival” presso lo Spazio “Le Rotative”. Nel corso della serata sarà resa nota la graduatoria dei vincitori dei concorsi nazionali abbinati al festival, “Strisce di Jazz 2013” e “Chicco Bettinardi 2013”, con relative premiazioni. I fumetti premiati per “Strisce di Jazz” saranno esposti nel foyer del teatro, mentre i cantanti, i solisti e i gruppi vincitori del concorso “Bettinardi” saranno invitati a esibirsi sul palco; i cantanti e i solisti potranno avvalersi dell’accompagnamento del Trio Bettinardi, composto da Erminio Cella al pianoforte, Mauro Sereno al contrabbasso e Luca Mezzadri alla batteria. Al termine delle premiazioni sarà offerto un rinfresco a tutti i presenti, accompagnato da un brindisi di “arrivederci” alla prossima edizione.

Concorsi

Al “Piacenza Jazz Fest 2013” sono abbinati due concorsi nazionali, che si fregiano del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali: “Chicco Bettinardi” – X Edizione, dedicato ai nuovi talenti del jazz italiano e suddiviso da quest’anno in tre Sezioni (le “storiche” Sezioni “A” e “B”, dedicate rispettivamente agli strumentisti e ai gruppi e la nuova Sezione “C”, dedicata ai cantanti jazz) e “Strisce di Jazz” – VI Edizione, che premia gli autori di una tavola illustrata o di un fumetto autoconclusivo a tecnica libera, riguardante il tema della musica jazz.

Il concorso “Chicco Bettinardi”, che si avvale del sostegno di “Fondazione di Piacenza e Vigevano”, “Elitrans”, “Yamaha Music Europe GmbH – Branch Italy” e “Naima Music Store”, è stato istituito dal “Piacenza Jazz Club” in memoria dell’omonimo socio fondatore (tragicamente scomparso nel 2004) e si prefigge di scoprire e valorizzare i nuovi talenti del jazz italiano e di promuoverne le attività. Il “Premio Bettinardi” è ormai riconosciuto tra i concorsi più accreditati del circuito nazionale, grazie alla partecipazione di concorrenti di altissimo profilo artistico e alla presenza di selezionate Giurie di esperti. In quest’edizione del festival, che celebra anche il decennale del concorso, affonda le sue radici un progetto importante e di prossima realizzazione: un CD per l’etichetta discografica “Level 49”, che conterrà i migliori brani originali presentati al “Bettinardi” dai tanti gruppi che si sono succeduti in questi anni e che sarà distribuito sui circuiti del Web.

Il concorso “Strisce di Jazz” è frutto del sodalizio culturale con il Circolo ArciComics “Il Senso delle Nuvole – Arcadia”, con il patrocinio di “Editoriale Libertà” e ogni anno richiama numerosi disegnatori, non solo da ogni parte d’Italia, ma anche dall’estero.

Eventi collaterali

Forte di una formula culturale vincente, a vocazione eminentemente divulgativa, che affianca spettacolo, attività formativa e concorsi nazionali, con il coinvolgimento delle realtà culturali e commerciali piacentine, il festival propone anche quest’anno numerosi eventi collaterali e attività parallele, in linea con la mission degli organizzatori, che si propongono di massimizzare la diffusione del Jazz. A tale scopo, già da diversi anni la manifestazione prevede anche un concerto riservato ai detenuti della Casa Circondariale di Piacenza, organizzato con il supporto della Direzione dell’Istituto e in collaborazione con l’Associazione di volontariato penitenziario “Oltre il muro”; quest’anno il concerto si terrà il 15 maggio, con le splendide voci dello Spirit Gospel Choir.

Rassegna “Jazz Club!” – Per il secondo anno consecutivo, il venerdì sera al circolo culturale “Milestone” di Piacenza torna la rassegna “Jazz Club!”, un vero e proprio “festival nel festival”, articolato in sei concerti con inizio alle ore 22.00 (ingresso € 7 con tessera Piacenza Jazz Club o Anspi). In cartellone una rosa di ensemble di tutto rispetto: Inside Jazz Quartet con il progetto “Jazz Portraits” (12 aprile), Tiziana Ghiglioni Trio (19 aprile), Riccardo Arrighini Trio (26 aprile), Spare Time Trio guest Emanuele Cisi (3 maggio), Petrocca – De Aloe Quartet (10 maggio) e Gianluca Di Ienno Trio guest Bebo Ferra (17 maggio).

Rassegna “Cinema di Jazz” – Grazie alla collaborazione con l’Associazione “Amici del Teatro Gioco Vita”, si inaugura quest’anno un ciclo di tre incontri dedicati al cinema d’autore attinente alla musica jazz, in programma al Teatro Comunale dei Filodrammatici di Piacenza martedì 30 aprile e mercoledì 8 e 15 maggio, alle ore 21.15. Si parte con la pellicola “Io sono Tony Scott, ovvero come l’Italia fece fuori il più grande clarinettista del jazz” di Franco Maresco (2010), in collaborazione con il Festival del cortometraggio di Pontenure “Concorto Film Festival”; nei due incontri successivi saranno proiettati i film “La città del Jazz” di Arthur Lubin (1947, titolo originale “New Orleans”) e “ll vergine” di Jerzy Skolimowski (1967).

Rassegna “Il Jazz al Centro – Aperitivo Swing” – “Piacenza Jazz Fest” rinnova per il quarto anno consecutivo la collaborazione con la Direzione del Centro Commerciale “Gotico” di Piacenza, dove propone tre concerti domenicali a ingresso libero, in programma alle ore 17.30, presso la “Piazza del Gusto”, interna alla galleria del centro commerciale. Il primo appuntamento è per domenica 7 aprile con il gruppo Note Noire Quartet, cui seguiranno il 14 aprile Sandro Di Pisa Quartet featuring Claudia Bernath e il 21 aprile A Steam Jazz Band. Durante le performance la Direzione del “Gotico” offrirà l’aperitivo a tutti i visitatori, per arricchire i momenti musicali con un ulteriore tocco di convivialità.

I vincitori del concorso “Chicco Bettinardi Ed. 2012” – Giovedì 25 aprile, al “Milestone” di Piacenza, alle ore 22.00 andranno in scena i vincitori della scorsa edizione del concorso “Chicco Bettinardi”: Line Out Quartet e Jacopo Albini Quartet (ingresso libero con tessera Piacenza Jazz Club o Anspi).

Giornata Yamaha – Sabato 27 aprile, al “Milestone” di Piacenza, è in programma la “Giornata Yamaha”, organizzata in collaborazione con “Yamaha Music Europe” e “Naima Music Store”. L’iniziativa è articolata in tre interessanti appuntamenti con un protagonista d’eccezione, il versatile flautista moderno Geoff Warren, “endorser” della “Yamaha” dal 2011: alle ore 15.00 Geoff Warren terrà una masterclass alla “Milestone School of Music”, a frequenza gratuita; alle ore 18.00 al “Milestone” sound check e prove aperte del Geoff Warren Quartet, a ingresso libero; infine, alle ore 22.00, concerto del Geoff Warren Quartet al “Milestone”, a ingresso libero con tessera Piacenza Jazz Club o Anspi.

Incontri formativi e di approfondimento – Gli organizzatori investono fin dalla prima edizione importanti risorse sull’attività formativa, che si configura come un elemento distintivo e caratterizzante del festival piacentino e che è offerta al pubblico gratuitamente.

Sabato 20 aprile, presso l’Aula 14 del Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza, Marcello Piras terrà una conferenza in collaborazione con lo stesso Conservatorio, intitolata “La storia perduta del Jazz. Cinque secoli cancellati: 1400 – 1900”, in programma alle ore 15.00.

Domenica 21 aprile, al “Milestone” di Piacenza, si svolgerà la tradizionale giornata di studi organizzata in collaborazione con SIdMA – Società Italiana di Musicologia Afroamericana, quest’anno intitolata “Jazz from Hell: attraversando i mondi della musica con Frank Zappa” e dedicata al grande musicista statunitense a vent’anni dalla sua scomparsa, avvenuta nel 1993.

Per i musicisti e gli appassionati, il festival propone cinque imperdibili incontri gratuiti di grande valenza formativa: la masterclass con il pianista Gonzalo Rubalcaba (mercoledì 24 aprile, ore 15.30, Conservatorio “G. Nicolini”) e quella, già citata, con Geoff Warren (sabato 27 aprile, ore 15.00, “Milestone School of Music”, nell’ambito delle “Giornata Yamaha”); tre “incontri ravvicinati” con alcuni musicisti: sound check e prove aperte del Geoff Warren Quartet, già citato (sabato 27 aprile, ore 18.00, “Milestone”, nell’ambito delle “Giornata Yamaha”); un incontro intitolato Il Blues di Kay Foster Jackson & Band – Sound check, prove aperte e parole di Blues (sabato 4 maggio, ore 16.00, “Milestone School of Music”); sound check e prove aperte del trio Caine – Ambrosetti – Di Castri, che avranno un incontro anche colloquiale con il pubblico (domenica 5 maggio, ore 18.00, Conservatorio “G. Nicolini”).

Le mostre del festival – Si inaugura quest’anno la mostra “Improvvisazioni” – Sei illustratori e sei fotografi per il Jazz Fest, che sarà esposta a Piacenza in alcune vetrine di via Cavour, in collaborazione con “Unione Commercianti”. Presso il centro commerciale “Gotico” di Piacenza anche quest’anno sarà allestita la mostra “Fermoimmagine – Scatti dai precedenti Jazz Fest”, che offre una selezione dei migliori scatti dei fotografi ufficiali della manifestazione (Angelo Bardini, Roberto Cifarelli, Danilo Codazzi, Paolo Guglielmetti, Fausto Mazza e Marco Rigamonti). Le immagini proposte bloccano un frammento di creatività o di relax dei tanti artisti intervenuti nelle nove precedenti edizioni del “Piacenza Jazz Fest”. Entrambe le mostre resteranno allestite per tutta la durata della manifestazione.

Il concept grafico e l’aspetto comunicativo del festival – In occasione del suo primo decennale, il festival si presenta con una nuova veste grafica, curata anche in quest’edizione da “Fausto Mazza Studio”, che ha scelto come immagine-simbolo il viso di una donna dall’espressione sognante, che “ascolta un’onda di immagini” riferite alle precedenti edizioni del festival. Un viso che comunica il piacere dell’ascolto dei tanti grandi interpreti che il Jazz Fest ha avuto il privilegio di ospitare in dieci anni di vita.
Sempre nell’ambito dell’aspetto comunicativo, gli organizzatori hanno, inoltre, voluto introdurre un importante elemento di innovazione, una App creata da Paolo Malpeli, che gli utenti di iPhone e iPad potranno scaricare gratuitamente sui loro dispositivi, per accedere con una sola applicazione a tutte le informazioni relative al festival: concerti, prezzi, prenotazioni, indicazioni per raggiungere le location della manifestazione, indirizzi dei ristoranti locali, galleria fotografica degli artisti, aggiornamenti in tempo reale, link utili e molto altro ancora. Attraverso questa App, inoltre, gli utenti potranno lasciare un feedback e offrire i propri consigli e suggerimenti. Un’altra novità di quest’edizione è rappresentata dalla creazione di un e-book fotografico che ripercorre i primi dieci anni di vita del festival, scaricabile da “Apple Store” gratuitamente, che potrà essere consultato su iPad nella sua versione interattiva.

L’Associazione culturale “Piacenza Jazz Club” – Istituita nel marzo 2003 senza fini di lucro e con l’intento di promuovere e diffondere la cultura jazzistica in ambito piacentino e nazionale, conta attualmente oltre 400 iscritti ed è amministrata da un Consiglio Direttivo liberamente eletto dall’Assemblea dei Soci e presieduto dal saxofonista Gian Francesco Azzali. In nove anni di attività, l’Associazione ha assunto una funzione di collegamento tra i tanti appassionati di musica jazz ed è divenuta un punto di riferimento sul territorio, instaurando proficue collaborazioni, a livello locale e nazionale, con realtà istituzionali e culturali e con circuiti di settore e favorendo uno sviluppo unitario e coordinato di tutte le iniziative jazzistiche promosse in città e in provincia. Fiore all’occhiello dell’Associazione è la manifestazione “Piacenza Jazz Fest”. L’Associazione ha sede a Piacenza in Via Musso n. 5, dove, oltre agli uffici direttivi, sono allocati la “Milestone School of Music”, che annovera numerosi allievi e si avvale di un parterre di docenti di tutto rispetto e un “Archivio del Jazz”, in cui l’Associazione ha raccolto diversi materiali (dalle rarità discografiche, ai saggi, dagli spartiti ai video, fino al materiale didattico). Sempre presso la sede del jazz club, ma con ingresso da Via Emilia Parmense n. 27, si trova il circolo culturale “Milestone”, nato nel 2007 e affiliato Anspi, che conta oggi oltre 2.600 soci, ai quali sono dedicate interessanti iniziative: concerti, jam-session, conferenze e incontri di ascolto guidato e di approfondimento.

“Piacenza Jazz Fest” si fregia del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è realizzato con il contributo di: Fondazione di Piacenza e Vigevano, Comune di Piacenza, Regione Emilia Romagna, Provincia di Piacenza, Comune di Fiorenzuola D’Arda (PC). L’evento si avvale della collaborazione di “Editoriale Libertà”, SIdMA – Società Italiana di Musicologia Afroamericana, Circolo ArciComics “Il senso delle nuvole – Arcadia”, “Jazz Network – Crossroads”, “Yamaha Music Europe”, “Naima Music Store”, “Jazzitalia.net”, “Concorto Film Festival”, Associazione “Amici del Teatro Gioco Vita”, Conservatorio “G. Nicolini”, Centro Commerciale “Gotico”, “Unione Commercianti” di Piacenza e del supporto di alcuni sponsor privati.

Informazioni:
Associazione Culturale Piacenza Jazz Club – Via Musso, 5 – 29122 Piacenza
Web: www.piacenzajazzfest.it
App: http://appstore.com/piacenzajazzfest2013
E-mail: info@piacenzajazzclub.it; segreteria@piacenzajazzclub.it; biglietti@piacenzajazzfest.it (solo per chi risiede fuori dalla provincia di Piacenza)
Tel. 0523.579034 – 348.6969333

Ufficio Stampa Piacenza Jazz Fest
Simona Cerri / Cell. 333-6443743 /e-mail: ufficiostampa@piacenzajazzclub.it

Potrebbe interessarti

Venerdì Piacentini

Il Gran Finale dei Venerdì Piacentini: Cani Della Biscia, Disco Party e Boxe

Piacenza è pronta per il gran finale del festival Venerdì Piacentini, previsto per venerdì 19 …