Strage a Parigi. Chi era Valeria Solesin, la ragazza italiana morta al Bataclan

Non era ancora entrata nella sala quanto è iniziato l’infame assalto dei terroristi islamici

PARIGI – “Stava entrando nel teatro quando deve esserci stato l’assalto. Proprio in questa fase sarebbe stata separata dal gruppo, perdendo la borsa con cellulare e documenti che è stata raccolta da una sua amica; poi il nulla”. Valeria Solesin, la ragazza italiana morta al Bataclan, non era ancora entrata nella sala quanto è iniziato l’infame assalto dei terroristi islamici. La ragazza era andata al concerto assieme al fidanzato, Andrea Ravagnani, la sorella del ragazzo, Chiara e il fidanzato di quest’ultima, il veronese Stefano Peretti.
Valeria, stava svolgendo un dottorato in demografia all’Idem (l’istituto di Demografia dell’Università della Sorbona Parigi.

Potrebbe interessarti

arte e sostenibilità Arte Laguna Prize sostenibile

Arte e sostenibilità. Un approccio olistico catalizzatore di cambiamento

L’intersezione tra arte e sostenibilità rappresenta un campo fertile di esplorazione e innovazione, dove gli …