M5S si spacca. 12 grillini votano Pd/Sel. L’ira di Grillo: ”chi ha tradito si dimetta”

Laura Boldrini e Pietro Grasso eletti presidenti di Camera e Senato

ROMA – Non abbiamo dovuto aspettare troppo tempo per assistere al primo tradimento in casa M5S. Ieri una dozzina di grillini ha votato il candidato del Pd contro le direttive del Movimento, scatenando le ire di Beppe Grillo che ha dichiarato: “chi ha tradito si dimetta!”. Dal suo blog ha invitato a dimettersi ricordando che il “codice di comportamento degli eletti” del M5S prevede che le votazioni in aula siano decise a maggioranza. “Se qualcuno si fosse sottratto a questo obbligo,” ha scritto, “ha mentito agli elettori, spero ne tragga le dovute conseguenze”.
Pier Luigi Bersani ora ha motivo di sperare che la crepa in casa M5S non si rimargini troppo presto. Con l’elezione di Laura Boldrini e Pietro Grasso alla presidenza di Camera e Senato nel Pd si sono riaccese le speranze. L’inciucio con i dissidenti grillini e con Mario Monti (che nonostante i siparietti tutti danno per scontata) potrebbe portarlo a diventare Premier.

Vuoi dirmi la tua su questo Editoriale?
Parliamone su Twitter

Il mio blog (www.nicolabellotti.it)

Potrebbe interessarti

Venerdì Piacentini

Nelle librerie online l’undicesimo libro fotografico sui Venerdì Piacentini

Nelle librerie online fa il suo debutto l’undicesimo volume dedicato ai Venerdì Piacentini, il festival …