Home / Gagan Deep (pagina 5)

Gagan Deep

Pugilato. Fine trasferta week-end per i pugili della Salus

Torneo Nazionale Under 16: secondo posto per Maldonato che batte il sardo Dridi Wael

Finita la trasferta di questo week-end dei pugili della Salus et Virtus Boxe. Torneo Nazionale UNDER 16 svoltosi a Bellaria per i pugili Junior Maldonado Andreas e Haidane Abdelkarim, rispettivamente della categoria 56 kg e 60 kg, Torneo Citta di Cremona per i pugili 1° serie Battaglia Marco cat. 64 kg e Sabau Gheorghe Ionut cat. 69 kg.
Un ottimo secondo posto per Maldonado che nella prima giornata ha battuto alla seconda ripresa il sardo Dridi Wael, mentre ha ceduto ai punti nella finale contro il lombardo Aquino Bien Jerome; per il 60 kg Haidane una sconfitta amara dopo che per colpi portati con l’interno del guantone è stato penalizzato nel punteggio dopo essere stato in vantaggio per tutte le riprese contro il siciliano Rovetto Paolo.
Nel Torneo di Cremona il 1° serie 64 kg Battaglia Marco è stato dato sconfitto contro il tosano Petrov Margaritinov nello stupore e incredulità generale dopo aver condotto tutto l’andamento del match; mentre il pugile Sabau in gara per la categoria dei 69 kg, nel sorteggio è passato direttamente al prossimo turno che si svolgerà sabato 26 aprile.
Nella sede storica della Salus et virtus Boxe, continuano i preparativi per la riunione pugilistica dilettantistica in programma per domenica 13 aprile al consueto Palazzetto dello Sport di Via f.lli alberici in cui il programma non deluderà le aspettative degli appassionati sportivi.

Volley. Nella prima dei play-off Modena sconfigge Piacenza

Taismary Aguero designata come miglior giocatrice dell’incontro

Modena supera Piacenza per 3 a 1 nella prima partita dei quarti di finale dei play off, continuando la striscia positiva che ha visto le modenesi chiudere il girone di ritorno con cinque vittorie consecutive dopo aver perso da Busto Arsizio il 5 febbraio.
La gara di ritorno si giocherà al PalaCasaModena il 17 marzo alle 20.30, e gli appassionati piacentini potranno raggiungere Modena in pullman: per informazioni è disponibile il numero 3282135477.
LA PARTITA

Il primo set è senza storia: Piacenza appare contratta, Modena sembra inattaccabile e prende subito il largo con un vantaggio che diventa presto abissale, e il set si chiude sul 10-25 a favore delle ospiti.

C’è molto più equilibrio nel secondo set, con le squadre sul filo del pari nella prima parte. Dopo il primo stop tecnico Modena si prende quattro punti di vantaggio e allunga fino al 15-20. La Rebecchi Nordmeccanica reagisce e infiamma il palasport quando sta per agganciare le avversarie (19-20), e finalmente pareggia sul 24 a 24. Ancora Modena avanti, poi è di nuovo pari prima che Modena chiuda a proprio favore (25-27).

È ancora Modena a guidare il terzo set, prendendosi velocemente sei punti di vantaggio: 9-15. Piacenza è sempre più attiva e riesce a rimontare, sfiorando per tre volte il pareggio. Modena allunghi di nuovo (17-21). Piacenza ci prova ancora e dal 21-23 riesce nella difficile acrobazia di ribaltare il risultato e portare finalmente a casa un set (25-23).

Nel quarto set Modena schizza avanti con decisione, ma dal 4-11 Piacenza lentamente risale fino al 17 a 18. L’aggancio però non riesce, e malgrado Piacenza non si arrenda è la Liu Jo a portarsi a casa il primo quarto di finale (20-25).

La giuria di giornalisti e tecnici designa come miglior giocatrice dell’incontro Taismary Aguero.

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA – LIU JO VOLLEY MODENA 1-3 (10-25, 25-27, 25-23, 20-25) REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Dall’Igna, Turlea 21, Nicolini 5, Leggeri 9, Pachale 15, Lehtonen 8, Davis (L), Richards 7, Cella. Non entrate Mazzocchi, Callegaro, Malvestito. All. Marchesi.
LIU JO VOLLEY MODENA: Ognjenovic 7, Aguero 22, Harmotto 19, Barazza 8, Barboza 12, Rinieri 12, Croce (L), Valeriano, Paggi. Non entrate Ciabattoni, Partenio, Mari. All. Cuccarini.
ARBITRI: Astengo, Simbari.
NOTE – Spettatori 650, incasso 2531, durata set: 19′, 32′, 28′, 27′; tot: 106′.

Volley. Piacenza sconfigge Novara aggiudicandosi il posto in coppa CEV

La Rebecchi ospiterà Modena il 14 marzo ai quarti dei play-off

Con una splendida prestazione la Rebecchi Nordmeccanica supera la Asystel Novara e raggiunge il quarto posto in campionato, guadagnando così anche il diritto a giocare nella prossima stagione la coppa CEV. Un grande successo raggiunto vincendo una partita che alla vigilia risultava senza dubbio complicatissima. Marchesi l’aveva definita “una stranissima finale”, visto che sia per Piacenza che per Novara oggi erano in gioco i posti in classifica che andavno dal quarto all’ottavo, da decidersi in funzione anche dei risultati delle contemporanee partite Modena-Bergamo e Torino-Pesaro.
Con un traguardo così importante in palio, non è stata una sorpresa vedere in campo tanta voglia di vincere, e scambi spesso lunghi e combattuti all’estremo: almeno nei primi tre set, perchè nel quarto la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza si è imposta nettamente.

LA PARTITA

Piacenza mette subito in difficoltà le padrone di casa schizzando in vantaggio per 4 a 0. Novara reagisce, ma Piacenza controlla la situazione allungando fino al 14 a 7 a proprio favore. Nel finale arriva la reazione di Novara che si avvicina pericolosamente e pareggia: 23 a 23. Marchesi chiama un time out, e al rientro Piacenza è rapida ad aggiudicarsi il set per 25 a 23.

Incredibilmente simile è l’andamento del secondo set, con Piacenza che domina la prima parte arrivando a otto punti di vantaggio (10-18) per poi subire il ritorno di Novara. Si arriva ancora una volta volta sul filo del rasoio, Novara quasi pareggia (22-23, 23-24) ma è ancora la Rebecchi Nordmeccanica ad aggiudicarsi il set con il minimo scarto.

Nel terzo set è Novara che parte meglio e va al comando per 10 a 4. Dal 12 a 6 Piacenza recupera, arriva a due punti di distacco, ma Novara riallunga subito portandosi sul 16 a 11. Nel finale Piacenza è sotto 21 a 16 quando inizia una bellissima rimonta riuscendo a riaprire il set (21-20), ma in un concitato finale è Novara a chiudere i conti (25-21).

UN FINALE DA BRIVIDO

I risultati che arrivano dagli altri campi determinano la combinazione più terribile: adesso chi vince questa partita va al quarto posto e in Europa, chi perde all’ottavo e per l’Europa è obbligato a superare molti altri ostacoli.

Finora i set sono stati incerti fino all’ultimo, ma la Rebecchi Nordmeccanica inizia il quarto set con grande determinazione. Si porta subito al comando per 7 a 2, gioca ogni pallone come se fosse l’ultimo e va al secondo stop in testa per 16 a 4. Al rientro in campo incrementa ancora il vantaggio fino al 18 a 4, poi controlla la reazione di Novara fino a mettere a terra un ultimo pallone che vale molto, ma molto di più della vittoria della partita.

E ORA I PLAY OFF

Il prossimo appuntamento è per mercoledì 14 marzo al Palasport di Largo Anguissola per la prima partita dei quarti dei play-off fra Piacenza e Modena.

Volley. Domenica a Novara la Rebecchi chiude la regular season

Tifosi in trasferta in pullman per Asystel Novara

Nell’ultima giornata della regular season la Rebecchi Nordmeccanica sarà impegnata in trasferta sul campo dell’Asystel Novara. Una sfida che Piacenza vuole affrontare nel migliore dei modi per chiudere degnamente una stagione memorabile prima di concentrarsi sui play-off.
Anche se l’incontro di andata vide una rotonda vittoria per 3 a 0 della squadra piacentina, la Rebecchi Nordmeccanica sa benissimo che la partita di domenica sarà di sicuro un impegno molto difficile.
“La classifica è molto strana, con quattro squadre (Novara, Piacenza, Modena e Pesaro) racchiuse in due soli punti – spiega Riccardo Marchesi – per cui la partita di domenica sarà come una partita di finale, così come è stata quella di mercoledì contro Urbino.”

Una finale difficile e stranissima, dato che il suo esito sarà decisivo per stabilire le posizioni addirittura dal quarto all’ottavo posto e, di conseguenza, gli accoppiamenti dei play off.

“Giocheremo contro una difficile avversaria, Novara è una squadra che rispetto molto – prosegue Marchesi – ma che affronteremo con molta serenità: in palestra stiamo lavorando bene, e domenica saremo tranquilli e determinati”.

A sostenere le piacentine arriveranno a Novara anche i tifosi a bordo di pullman: per informazioni è possibile contattare il numero 3282135477.

Volley. Questa sera al Pala Franzanti si gioca Piacenza-Urbino

Incontro interessante considerati i confronti passati fra le due squadre

La storica conquista dei play-off non ha cambiato nulla nel programma di lavoro della Rebecchi Nordmeccanica. Le ragazze guidate da Marchesi sono rimaste completamente concentrate sulla prossima giornata di campionato che si giocherà questa sera.
Sarà l’ultima partita giocata nel Palasport di Largo Anguissola prima dei play-off, e dall’altra parte della rete Piacenza ritroverà la Chateau D’Ax Urbino, formazione già affrontata due volte in questa stagione.
L’incontro si preannuncia estremamente interessante proprio sulla base delle precedenti partite fra queste due squadre.

Il primo confronto fu il 26 dicembre a Urbino, quando le padrone di casa si imposero dopo una partita ad altissima tensione: Urbino vinse il primo e il secondo set, Piacenza riuscì a rimontare vincendo il terzo e il quarto, e dopo essere stata vicinissima a chiudere a proprio favore il quinto set subì una incredibile rimonta di Urbino che vinse per 15 a 13.

Le due formazioni si incontrarono poi il 28 gennaio nelle semifinali di Coppa Italia a Modena, e lì vinse Piacenza per 3 a 0: al termine l’allenatore di Urbino Salvagni dichiarò di avere completamente sbagliato partita, mentre Marchesi sottolineò il corretto approccio all’incontro da parte della Rebecchi Nordmeccanica che sfoderò una prestazione ‘da urlo’.

Per la nuova sfida fra Piacenza e Urbino l’appuntamento è fissato mercoledì 7 marzo alle 20.30, al Pala Franzanti di Largo Anguissola.

Volley. Piacenza qualificata per la prima volta ai play-off

La Rebecchi ammessa ai quarti di finale, in attesa ora di conoscere le avversarie

La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza giocherà i play-off scudetto. Sarà la prima volta nella quasi trentennale storia della società piacentina che fu fondata a Rivergaro nel 1983.
La qualificazione è maturata ieri sera al termine della ventesima giornata del campionato, in cui alla Rebecchi Nordmeccanica è toccato il turno di riposo che ogni squadra deve osservare a rotazione da quando Conegliano si è ritirata dalle competizioni.
In virtù dei risultati di ieri, Piacenza è matematicamente ammessa ai quarti di finale dei play-off: occorrerà però attendere gli esiti delle restanti due giornate per conoscere l’avversaria delle piacentine.

Volley. Piacenza torna alla vittoria contro Chieri con un 3-0

Riccardo Marchesi: ”La squadra si è ritrovata”. Manu Leggeri riceve il premio Valtidone

Con una bella prestazione la Rebecchi Nordmeccanica torna alla vittoria contro un insidioso Chieri Torino. Una partita giocata molto bene e che ha entusiasmato il pubblico, che anche oggi ha riempito molti settori del Palasport di Largo Anguissola. “Abbiam giocato una grande partita – afferma un felice Riccardo Marchesi al termine – Non era semplice oggi perchè venivamo da un periodo difficile, avevamo sbagliato la partita con Parma, poi perso a Busto Arsizio, ma oggi la squadra si è ritrovata, interpretando con calma e determinazione questo incontro. Nei momenti di difficoltà è stata brava ad aspettare e ha avuto la giusta pazienza nel finale, riuscendo così a recuperare lo svantaggio”.
Di fronte a un folto pubblico, in cui spiccavano gli effetti cromatici creati dalla presenza delle molte squadre di volley venute con la loro divisa ufficiale a tifare Piacenza, inizia il primo set e subito la Rebecchi Nordmeccanica si porta al comando con un promettente 8 a 4. Chieri è subito pronta a riportarsi in partita arrivando all’otto pari. Le squadre procedono appaiate per poco, poi Piacenza prova a staccarsi riuscendoci pienamente nel finale dove arriva al 20 a 15 a proprio favore, spianandosi così la strada per il 25-19 conclusivo.

Piacenza guida più nettamente il secondo set, andando al comando fin dai primi istanti e arrivando a condurre 14 a 10. Chieri si riporta sotto (14-13), Piacenza risponde alla grande e letteralmente vola al 21 a 13. Chieri appare molto determinata e ci prova ancora, ma Piacenza controlla bene la situazione e conclude sul 25 a 18.

È Chieri a portarsi avanti per 3 a 0 nel terzo set, e Piacenza è costretta a inseguire fino al 6 pari. Il primo vantaggio piacentino si ha sul 10 a 9, ma dopo pochi scambi è ancora avanti Chieri per 15 a 11. In un crescendo di agonismo, che raddoppia il già vivace entusiasmo del pubblico, Piacenza riesce a rimontare: ma dopo il 16 pari nasce un interminabile fase punto-a-punto carica di tensione, e si procede così fino al 22 pari. Da qui Piacenza costruisce il suo bel finale, e si arriva al definitivo 25-22.

Il Premio Cantina Valtidone per la miglior giocatrice in campo viene assegnato al capitano Manu Leggeri, grande trascinatrice e pericolosissima in attacco dove chiude con il 67% di positività.

Argentina. Un treno deraglia a Buenos Aires. Oltre 50 morti

Il disastro sulla linea ‘Sarmiento’. Bilancio di almeno 600 feriti. I soccorsi sono ancora sul posto

A Buenos Aires (Argentina) un treno sbaraglia causando la morte di 50 persone fin’ora accertate e di almeno 550 feriti. 22 Feb, E’ di almeno quaranta morti accertati e 600 feriti di cui 200 molto gravi. Il treno della linea urbana ‘Sarmiento’ non si è fermato nell’entrare nella stazione di Once o almeno non è riuscito nell’intento andando a cozzare violentemente contro i respingenti della banchina per poi deragliare così quanto detto dalle fonti argentine.
Nel convoglio rovesciato decine di passeggeri bloccati fra le lamiere ed il compito dei soccorsi dice Daniel Russo (direttore generale della protezione civile), è angosciante viste le “cascate di corpi”.

Champions League. Milan Poker di gol. 4-0 contro Arsenal

La vittoria con una doppietta di Robinho e firme anche di Ibrahimovic e Boateng

Giuseppe Meazza, il Milan vince con un gran risultato, 4-0 contro l’Arsenal durante la gara di andata degli Ottavi di Champions League. Ora il Milan si sente tranquillo per la gara di ritorno.
I rossoneri segnano 2 reti per tempo dimostrandosi una squadra vivace, attiva, dinamica e mostrando al pubblico una prestazione più che brillante.
Se dovessimo trovare un difetto in questo Milan è aver mancato qualche occasione di gol, ma nessun rimpianto per i giocatori dato al risultato favorevole, considerando inoltre che l’obiettivo era soprattutto non ricevere gol; per i 0 gol però gran merito va anche ad Abbiati che sfodera delle parate fantastiche.

Per l’Arsenal invece è forse la sconfitta più pesante mai ricevuta nelle gare di Coppa, come si può prevedere causata da una brutta prestazione: l’Arsenal lascia troppi spazi agli avversari senza pressare e mantenendo ritmi molto bassi durante tutta la partita.
Grande merito dunque al Milan di questa partita favorevole, ma anche un “contromerito” da parte dell’Arsenal che per perdere ci mette del suo…

I GOL
Il primo gol avviene con lo stop di petto del Ghanese Boateng che su assist di Nocerino tira una sassata di destro che si infila in porta baciando la traversa; il secondo è di Robinho che segna di testa con gran merito di Ibrah con uno splendido assist. Di nuovo Robinho nel secondo tempo e per finire Ibrahimovic segna su rigore.

Volley. Parma ha la meglio questa volta su Piacenza 3-1

Dominante il primo set della Rebecchi, il seguito con molti errori e imprecisioni che rendono facile la gara al Parma

Parma si prende la rivincita rispetto all’incontro dell’andata e supera Piacenza per 3-1. Dopo aver dominato il primo set, la Rebecchi Nordmeccanica non riesce ad essere ugualmente precisa e incisiva nei successivi lasciando la vittoria alle padrone di casa che giocano una partita in crescendo.
“Non è stata certo la nostra migliore partita – commenta Turlea al termine – abbiamo fatto quasi tutto noi, a un certo punto abbiam cominciato a sbagliare molto e, come in una reazione a catena, siamo calate in tutti i fondamentali. Anche domenica scorsa non abbiamo giocato al meglio, quindi ora bisogna che ci fermiamo un attimo a riflettere per poi ripartire più forte.”

LA CRONACA
Il primo set comincia con Piacenza avanti di un paio di punti, prima che Parma trovi il pareggio sul 6-6. Da qui Piacenza si riporta avanti con sei punti consecutivi (6-12), e si mostra padrona del campo fino al 16-25 che le permette di aggiudicarsi il primo set.

Nel secondo parziale è invece Parma a prendere la testa, arrivando a quattro punti di vantaggio (10-6). Sotto per 12-8, Piacenza reagisce e si riavvicina, e poco dopo riprende le avversarie sul 15 pari. Il sorpasso non riesce, anche perchè la fallosità piacentina è in netta crescita, e dal 18 pari è Parma a staccarsi (21-18) e ad arrivare al primo set point sul 24 a 21. È brava la Rebecchi Nordmeccanica ad annullare due set-ball, ma Parma fa suo il set per 25 a 23.

Stessa musica nel terzo set, con Parma subito avanti di cinque punti e Piacenza che a tratti entusiasma per azioni spettacolari, e in altri spreca i tentativi di rimonta con errori. Parma arriva a sei punti di vantaggio (17-11), Piacenza recupera fino al 18-16 e poi arriva a un soffio dal pareggio sul 2-19. Le squadre restano vicine fino al 22-21, poi tre punti di Parma chiudono il set (25-21).

Il quarto set parte con un 3-0 a favore di Parma, ma il pareggio arriva presto (4-4) e inizia una fase in cui le squadre si superano l’un l’altra restando a non più di un punto di distacco. Si assiste a scambi spettacolari e belle azioni da parte di entrambe le squadre, ma ancora una volta Piacenza appare un pò troppo fallosa in molti scambi e Parma piano piano prende il volo, raggiungendo le cinque lunghezze di vantaggio nel finale (19-14). Sul pesantissimo 23-18 Piacenza riesce a rimontare qualcosa, e non si arrende neppure sul 24-20 quando mette a segno tre bei punti che quasi riaprono l’incontro sul 24 a 23, ma un guizzo di Parma pone fine all’incontro.

LE STATISTICHE
CARIPARMA SIGRADE PARMA – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 3-1 (16-25, 25-23, 25-21, 25-23)
CARIPARMA SIGRADE PARMA: Dalia 6, Conti 15, Campanari 10, Kovalenko 10, Bacchi 7, Grothues 13, Poma (L). Non entrate Gibertini, Roani, Maricic, Brusegan, Galeotti. All. Radogna. REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Dall’Igna 2, Turlea 23, Leggeri 11, Nicolini 10, Pachale 12, Lehtonen 22, Davis (L). Non entrate Mazzocchi, Callegaro, Cella, Kajalina, Malvestito. All. Marchesi.
ARBITRI: Gelati, Piana. NOTE – durata set: 21′, 24′, 25′, 26′; tot: 96′